Non appena la paura di assistere ad un rialzo dei tassi di 100 punti base è stata scongiurata, gli indici di Wall Street hanno messo a segno un vistoso rimbalzo.

Il future su S&P 500 ha chiuso la seduta di ieri a 4.024 punti, in rialzo del 2.58%.

Al termine del Fomc la Federal Reserve ha deciso di alzare il costo del denaro di 75 punti base, portandolo in una forchetta fra il 2,25% e il 2,50%.

Il presidente Jerome Powell ha dichiarato che la politica monetaria della Fed rallenterà l’economia Usa ma “è necessario farlo”.

L’obiettivo è garantire la stabilità dei prezzi e contenere il caro vita, per riportare l’inflazione al target del 2%.

Powell non esclude per questo motivo un nuovo rialzo dei tassi della stessa portata a settembre, sempre se i dati inflazionistici non miglioreranno.

Seppur ancora debole, il quadro tecnico su S&P500 è nettamente migliorato dopo il recupero dei 4.000 punti e la rottura del canale ribassista che aveva contenuto gli scambi da Marzo ad oggi.

La dinamica attuale supporta ora ulteriori rialzi almeno fino a 4.070 punti, dove è presente un ex supporto statico che aveva contenuto gli scambi nelle prime giornate di giugno.

Su tale livello il mercato potrebbe andare in contro a qualche difficoltà, ma riteniamo che a fronte della mossa di ieri il mercato dovrebbe essere in grado di estendere i rialzi fino a quota 4.200 punti, ovvero sul target del modello rialzista a doppio minimo decrescente completato dal mercato il 20 luglio scorso.

Fino a quando gli scambi si manterranno sopra area 3.950 punti riteniamo possibile continuare ad impostare un’operatività long sui ritracciamenti, con orizzonte di investimento intraday al massimo intra week.

Per aspettarsi un nuovo movimento direzionale al rialzo di lungo periodo il livello da tenere sotto controllo è area 4.450 punti.

Vediamo di seguito un’operazione aperta ieri sul future S&P500 da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo è entrato in acquisto in tarda mattinata a 3.954 punti; la posizione è stata liquidata poi in tarda serata a 4.020 punti; il gain è stato di 3.300 dollari.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.