I concetti di supporto e resistenza costituiscono elementi fondamentali dell’analisi tecnica e dell’analisi grafica; questi termini sono usati dai trader per riferirsi a livelli di prezzo che tendono a fungere da cuscinetto o da barriera, impedendo che il prezzo di un asset venga spinto oltre un determinato livello in una determinata direzione.

Come è noto, nei mercati finanziari i prezzi sono guidati dai rapporti tra domanda e dell’offerta; i supporti e le resistenze rappresentano quindi i punti chiave in cui lo scontro tra tali forze può dar luogo a movimenti significativi.

 

Il supporto

Si definisce supporto quel livello di prezzo in cui si ritiene che la domanda di mercato sia abbastanza forte da impedire che il prezzo decresca ulteriormente; una volta raggiunto tale livello, con molta probabilità il prezzo tenderà a rimbalzare verso l’alto.

Il supporto viene spesso associato figurativamente ad un pavimento o ad un cuscinetto.

Grafico del dax xon timeframe a 10 minuti

Figura 1 – Dax grafico a 10 minuti – dopo la fase correttiva il mercato mostra un adecisa reazione sul supporto a 12.566 punti.

L’idea di fondo è che quando il prezzo scende e si avvicina al livello di supporto, ci sarà sempre un maggior numero di investitori disposti a comprare (aumento di domanda) e sempre meno investitori disposte a vendere (diminuzione di offerta).

Lo squilibrio tra offerta e domanda impedirà al prezzo di scendere al di sotto del livello di supporto.

Un esempio semplice ma efficace di supporto può essere il minimo storico fatto registrare da un titolo nel corso degli anni.

 

La resistenza

Al contrario del supporto, la resistenza rappresenta un livello di prezzo dove l’offerta possa essere abbastanza forte da impedire che il mercato cresca ulteriormente. 

La resistenza viene spesso associata figurativamente ad un soffitto.

Grafico dow jones time frame ad un ora

Figura 2 – Dow Jones grafico a 1 ora – la resistenza di 21.000 tiene il mercato intrappolato dagli inizi di marzo 2017 alla fine di maggio 2017

Secondo logica, quando il prezzo tende a portarsi nei pressi della resistenza, i venditori diventeranno più propensi a vendere, mentre gli acquirenti diventeranno meno inclini a comprare (a causa dell’aumento dei prezzi). Nel momento in cui il prezzo raggiunge il livello di resistenza, l’eccesso di offerta impedirà al prezzo di aumentare oltre la resistenza.

Un esempio pratico di resistenza può essere il massimo storico fatto registrare da un titolo nel corso degli ultimi anni.

 

La rottura dei livelli di supporto e resistenza

La rottura dei livelli di supporto e resistenza può essere provocata da diversi fattori; possono contribuire ad esempio rilevanti cambiamenti nella politica economica e finanziaria di un paese (aumento tassi d’interesse, crisi finanziaria, aumento/diminuzione inflazione) oppure importanti cambiamenti nei valori fondamentali di un’azienda (incremento utili, fusione, perdite rilevanti).

Quando il prezzo rompe al rialzo o al ribasso un livello chiave, si usa il termine tecnico di Breakout di prezzo.

Ogni qualvolta un livello di supporto viene perforato, questo si trasformerà automaticamnete in un nuovo livello di resistenza e viceversa. I prezzi tendono infatti molto spesso a ritestare i livelli di rottura; si parla in tal caso di Pullback.

 

L’affidabilità dei livelli di supporto e resistenza

Una volta identificata, un’area di supporto o resistenza fornisce potenziali segnali di entrata o di uscita a mercato.

Quando il prezzo raggiunge un punto di supporto o resistenza, potrà rimbalzare e invertire il trend, oppure rompere il supporto o la resistenza e continuare nella medesima direzione del trend, fino a che non verrà raggiunto il prossimo livello chiave.

Alcune strategie di trading si basano sulla convinzione che le zone di supporto e resistenza non vengano violate sotto particolari condizioni.

I livelli di supporto e resistenza saranno tanto più affidabili quanto più riusciranno a resistere nel tempo ad attacchi al ribasso e al rialzo dei mercati.

Inoltre, se in prossimità di tali livelli dovessero registrarsi dei picchi di volumi, i livelli di supporto e resistenza assumeranno maggior significatività. Ciò accade poiché i traders e gli investitori si ricordano di questi livelli chiave e saranno pertanto pronti a riutilizzarli.

 

Supporti Dinamici, Resistenze Dinamiche: Trendline

Fino ad ora abbiamo parlato di supporti e resistenze rappresentati da una linea orizzontale, ossia barriere di tipo statico nel tempo.

Tuttavia,  all’interno di mercati caratterizzati da forti trend, i supporti e le resistenze possono anche essere rappresentati da livelli dinamici; per questo motivo si usa spesso tracciare delle linee oblique per rappresentare i livelli chiave dove si prevede che il mercato invertirà la sua rotta, tenendo conto della variazione dei prezzi e del trascorrere del tempo.

Tali linee prendono il nome di trendline.

Grafico giornaliero Dax

Figura 3 – Dax grafico giornaliero – la trendline sostiene dapprima la salita del mercato fin dal 2016, mentre a seguito della rottura inverte il suo ruolo e al successivo retest diventa una barriera per la nuova scesa dei prezzi.

 

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.