L’indice tedesco si dimostra ancora tonico, mostrando ieri una decisa reazione dopo le cospicue vendite di venerdì scorso.

Nonostante l’apertura in deciso gap down, il mercato ieri è riuscito a recuperare il supporto a 15.550 punti, dimostrando una forza relativa ancora elevata.

Il nuovo contratto sul Dax con scadenza settembre 2021 ha aperto la sessione di ieri a quota 15.402 e dopo un minimo a 15.256 ha chiuso la giornata a 15.621 punti.

Sul fronte macroeconomico tiene sempre banco la questione legata all’economia americana; nella notte il presidente della Fed ha rassicurato i mercati, escludendo di fatto una stretta anticipata sui tassi di interesse.

Nonostante ciò le borse europee quest’oggi sono per ora caute e scambiano al momento in leggero territorio negativo.

Il quadro tecnico sul Dax resta al momento positivo, anche se il mercato ha testato in mattinata l’ex supporto a 15.620 punti, rotto al rialzo venerdì e che oggi verrà probabilmente fungerà da resistenza; ci aspettiamo infatti prese di beneficio e riteniamo plausibile che il mercato effettui un test di area 15.400, livello dove andrà monitorata la dinamica di prezzo.

In caso di tenuta di tale livello e contestuale formazione di strutture di prezzo supportive sarà lecito attendersi una ripresa dei corsi nelle prossime sessioni; tuttavia il mercato si trova ancora in territorio di ipercomprato e potrebbe essere questo il momento per assistere ad una fase di ulteriore ritracciamento dei prezzi, in grado di riportare maggiore equilibrio sul mercato.

In caso quindi di affondo sotto quota 15.400 attendiamoci un’estensione dei ribassi con obiettivo il test di area 15.100-15.000 punti, mossa che comunque manterrebbe intatta la principale struttura rialzista.

Segnaliamo ulteriori supporti a 14.900 (importante supporto dinamico), 14.750, 14.600, mentre un alert importante sulla tenuta del trend rialzista scatterebbe soltanto in caso di chiusure settimanali sotto quota 14.400 punti.

In tale scenario sconsigliamo quindi l’apertura di posizioni long in ottica multiday a meno che di assistere ad un chiaro segnale di forza.

A livello operativo meglio optare per strategie intraday sfruttando i livelli chiave sia in ottica long che short.

Di contro un forte segnale direzionale lato long verrebbe fornito in questo momento soltanto da una chiusura giornaliera sopra la resistenza a 15.750 punti.

Vediamo di seguito un’operazione effettuata sul Dax Future da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo ha sfruttato pienamente la giornata direzionale acquistando a quota 15.324 dopo il segnale di forza mostrato in apertura di sessione cash; la posizione è stata chiusa in serata in area 15.618, il gain complessivo è stato di quasi 300 punti per un guadagno totale di 7.350 euro.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo trading system e confrontarti con la nostra operatività, puoi contattarci a:

info@tradingfacile.net

+39 393 0974886

Per restare sempre aggiornato sulle operazioni dei nostri T.S. o sulla nostra attività, iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.