///Come iniziare a investire in criptovalute

Come iniziare a investire in criptovalute

Banner XTB

Ancora non sappiamo se le criptovalute diventeranno o meno le monete del futuro, anche se è certo che per quanto visto finora presentano delle opportunità di investimento; a causa della loro volatilità c’è bisogno di ponderare bene il rischio, ma allo stesso tempo il trading sulle criptovalute è in grado di generare dei rendimenti elevati.

 

Come investire in criptovalute

Abbiamo imparato come l’investimento in criptovalute possa essere altamente redditizio e rischioso allo stesso tempo.

Solo 11 mesi fa, un bitcoin valeva circa 19.000 dollari, mentre ad oggi il suo valore supera di poco i 4.000 dollari.

Se avessi investito sulle criptovalute ad inizio 2017 avresti potuto fare un sacco di soldi, mentre se avessi iniziato ad operare long negli ultimi mesi saresti andato incontro a forti perdite.

Quindi qual è la migliore strategia per investire in criptovalute?

Esistono diversi modi per investire in criptovalute, sia acquistandole direttamente, oppure facendo trading con i CFD; non ci dimentichiamo che le criptovalute possono essere ottenute anche come remunerazione dall’attività di mining.

Questi tre diverse tipologie presentano delle differenze sostanziali tra di loro; scopriamole di seguito nel dettaglio.

 

Trading con CFD

Alcuni Broker permettono, attraverso le loro piattaforme, di acquistare e vendere diverse tipologie di criptovalute tramite CFD.

I CFD sono contratti che replicano l’andamento dell’asset sottostante, permettendo quindi di speculare sul prezzo delle criptovalute senza possederle materialmente.

Per investire in criptovalute tramite CFD ti serve solamente aprire un conto con un broker che permette di scambiare tali tipi di contratti e scaricare la loro piattaforma di trading.

Il broker online XTB ha presentato recentemente una nuova offerta di ben 25 tipologie di criptovalute su cui i trader registrati possono investire al rialzo (long) e al ribasso (short).

XTB permette di negoziare tali criptovalute tramite la piattaforma Xstation 5.

Visto il recente andamento del mercato delle valute digitali, il trading tramite CFD rappresenta ora il metodo migliore per investire in criptovalute; in tal modo viene infatti offerta la possibilità di trarre vantaggio anche da una discesa dei prezzi, aprendo posizioni al ribasso.

Tutto il successo è legato alla vostra abilità di trading e alla capacità di determinare le mosse del mercato nel breve-medio termine.

Vediamo nel dettaglio di seguito una tabella che riassume l’offerta di XTB sulle criptovalute.

Tabella offerta criptovalute XTB

Apri un conto con XTB e prova la demo gratuita

Banner XTB crypto

 

Acquisto diretto tramite Exchange

Se la vostra intenzione è quella di possedere criptovalute reali nel vostro portafoglio d’investimento, allora  dovete procedere con l’acquisto diretto.

Per acquistare una criptovaluta basta affidarsi ad uno dei tanti Exchange presenti sul mercato; ci sono moltissime piattaforme online che consentono di aprire un conto ed acquistare le valute digitali.

Puoi comprare Bitcoin o altre monete effettuando transazioni principalmente in dollari o in euro.

Alcune criptovalute possono essere tuttavia acquistate solamente in bitcoin, rendendo necessario quindi un acquisto preliminare della regina delle criptovalute.

Tra le molteplici piattaforme di scambio che consentono di acquistare criptomonete ricordiamo Coinbase, Bitfinex, Binance, Bittrex, Kraken, HitBtc, ecc.

Una volta individuato l’exchange che fa per voi è necessario aprire un wallet per la conservazione delle monete. Un wallet non è altro che un portafoglio digitale utilizzato per inviare e ricevere transazioni e ne esistono di diversi tipi:

  • Wallet on line
  • Wallet off line
  • Wallet hardware o fisici

I wallet on line sono costituiti da un portafoglio virtuale ospitato nei server di un’azienda che svolge il ruolo di intermediario; i wallet sono in genere legati al servizio di exchange attraverso il quale le cripto valute sono state acquistate.

Un wallet offline è costituito da un software che viene installato su pc o smartphone, chiamati anche “wallet desktop”; a differenza dei wallet on line non corrono il rischio di essere hackerati o subire attacchi dal web, a patto che chiaramente il pc sia scollegato dalla rete internet.

I wallet hardware o fisici sono costituiti da un hard disk esterno sul quale verrà installato un wallet offline, oppure da una chiave USB appositamente realizzata per la conservazione delle criptovalute.

 

Attività di mining

Anche attraverso l’attività di mining è possibile possedere direttamente le criptovalute.

Fare attività di “mining” significa mettere a disposizione della rete la potenza di calcolo dei propri pc, al fine di effettuare le numerose operazioni richieste per validare una transazione di moneta. In cambio, ad ogni verifica andata a buon fine, i “miner” ricevono delle ricompense in criptovalute.

Tuttavia negli ultimi anni l’attività di mining ha dimostrato di essere redditizia solo se fatta su larga scala; essa comporta infatti un grande dispendio di energia elettrica ed elevati costi relativi ai componenti hardware necessari per compiere i complessi calcoli richiesti.

Online si trovano persino siti che consentono alle persone di estrarre la criptovaluta attraverso la condivisone della propria potenza di calcolo; questo processo viene indicato come cloud mining.

In pratica si usa la potenza della CPU dei visitatori per estrarre la criptovaluta.

Moltissimi di questi siti non sono tuttavia affidabili, rendendo probabile lo sfruttamento della potenza della nostra CPU senza che poi venga effettivamente riconosciuta una ricompensa in criptovalute.

 

By |2018-12-03T11:34:53+00:00 26 Novembre 2018|Blog, Guide|0 Commenti

Informazioni sull'Autore:

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.