Apertura in negativo per i principali indici europei che al momento della scrittura cedono oltre l’1%.

La diffusione della variante Delta continua a spaventare gli investitori; alcuni paesi stanno studiando nuove misure restrittive per arginare la diffusione dei contagi, riaccendendo i timori per la ripresa economica.

Non arrivano segnali confortanti nemmeno sul fronte inflazionistico, che negli Usa ha raggiunto un nuovo massimo dal 2008.

Nonostante le rassicurazioni dei governatori, gli investitori si aspettano presto una mossa da parte delle banche centrali, per questo motivo l’attenzione della settimana sarà quasi interamente incentrata sulla riunione della Bce, prevista per giovedì prossimo.

Il Futures sul Dax con scadenza settembre 2021 viene scambiato al momento della scrittura a 15.260 punti, in calo di oltre l’1.70%.

Dopo una prima parte della mattinata in rialzo, anche nella giornata di venerdì il mercato ha dovuto fare i conti con una crescente debolezza; le contrattazioni si sono chiuse poco sopra i 15.500 punti, in calo dello 0.62%.

Il quadro tecnico di breve periodo si sta indebolendo e per questo motivo sarà fondamentale monitorare la chiusura odierna, per capire se il mercato è ancora in mano ai compratori o se i venditori stanno prendendo il sopravvento.

In caso di chiusura al di sotto del supporto a 15.400 punti aspettiamoci un’ulteriore correzione almeno fino ad area 15.000 punti; qui troviamo un supporto decisamente importante, la cui rottura provocherebbe un ulteriore discesa fino ad area 14.600-14.500 punti, ultimo baluardo prima di assistere ad un’inversione ribassista della tendenza principale.

Qualora invece il mercato dovesse riuscire a difendere area 15.400 punti è possibile invece attendersi un rimbalzo, che sarà ancora più marcato in caso di recupero dell’area 15.500-15.600 punti.

Visto l’aumento di momentum ribassista sono sconsigliati in questo momento gli acquisti intraday, mentre sarà da monitorare con attenzione la dinamica di prezzo in area 15.000 punti, dove comunque riteniamo sussistano ancora le condizioni per acquisti speculativo a basso rischio, soprattutto in ottica multiday.

Per acquisti sulla forza bisognerà invece attendere nuove indicazioni dal punto di vista grafico, associate al recupero dei supporti di breve, tra i quali segnaliamo quota 15.500 punti.

Vediamo di seguito un’operazione aperta venerdì e chiusa questa mattina sul Dax Future da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo è entrato in vendita a quota 15.551 punti, l’operazione è stata liquidata questa mattina all’apertura della sessione cash a quota 15.373 punti; il gain complessivo è stato di 4.450€.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo trading system e confrontarti con la nostra operatività, puoi contattarci a:

info@tradingfacile.net

+39 393 0974886

Per restare sempre aggiornato sulle operazioni dei nostri T.S. o sulla nostra attività, iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.