Dopo un inizio di settimana debole, i listini azionari statunitensi hanno ritrovato il segno verde mercoledì, grazie alle trimestrali positive e ai dati economici che mostrano un’economia resiliente.

Il future su S&P500 è salito ieri dell’1,53% chiudendo a 4.156 punti, con tutti i comparti dell’indice che hanno chiuso in territorio positivo, ad eccezione di quello energetico che ha registrato delle flessioni per via del calo del prezzo del petrolio.

La visita di Nancy Pelosi a Taiwan non ha avuto per ora importanti ripercussioni negative sui mercati, anche se lo stesso non si può dire a livello geopolitico; con  la Cina che ha avviato importanti azioni militari introno all’isola subito dopo la partenza della presidente della camera Usa.

Nel frattempo i commenti contrastanti dei presidenti regionali della Fed lasciano sperare che ci possa essere un atterraggio più morbido di quanto fino ad ora previsto in termini di stretta monetaria.

Venerdì gli investitori valuteranno con attenzione il dato sull’occupazione non agricola, con le stime che prevedono 250.000 nuovi posti di lavoro creati a luglio.

Da un punto di vista grafico possiamo osservare come l’S&P500 stia scambiando ora a ridosso della resistenza a 4.200 punti.

Nella scorsa analisi avevamo ipotizzato come la dinamica attuale avrebbe supportato ulteriori rialzi con primo target a 4.070 ed in estensione a 4.200 punti, sottolineando poi come in area 4.070 il mercato avrebbe affrontato difficoltà.

Su tale livello il mercato ha creato una base di accumulo che potrebbe essere ora il punto di partenza per nuovi rialzi, con target atteso sempre a quota 4.200.

Riteniamo che a seguito del test di quota 4.200 possano innescarsi importanti prese di benefico e suggeriamo quindi prudenza a livello operativo; anzi monitoreremo area 4.200 in cerca di segnali di inversione al ribasso per operare in direzione short, con primo target a 4.000 ed in estensione 3.900 punti, livello dove di contro il mercato sarà chiamato ad una reazione per scongiurare una nuova importante gamba ribassista.

Per aspettarsi un nuovo movimento direzionale al rialzo di lungo periodo il livello da tenere sotto controllo è in questo momento area 4.450 punti.

Vediamo di seguito un’operazione aperta ieri sul future S&P500 da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo è entrato in acquisto poco dopo l’apertura del cash europeo a 4.095 punti, con la posizione che è stata liquidata poi in tarda serata a 4.152 punti; il gain è stato di 2.825 dollari.

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.