Dopo un avvio positivo ieri gli indici di Wall Street hanno terminato la sessione con pesanti perdite, tutti oltre il punto percentuale.

Il future sul Nasdaq100 ha ceduto l’1.13%, chiudendo a ridosso dei 15.000 punti.

La debolezza di questi giorni è stata causata dal rialzo dei rendimenti dei titoli del Tesoro, a sua volta generato dalle preoccupazioni che la Fed possa effettuare 4 rialzi dei tassi nel corso del 2022.

Molti analisti stanno ipotizzando che la Fed possa aumentare di 50 punti base i tassi d’interesse già a marzo.

Da un punto di vista tecnico i mercati sono ora chiamati ad un rimbalzo per scongiurare ulteriori crolli.

Nell’ultima analisi sul Nasdaq avevamo evidenziato come una chiusura giornaliera al di sotto del supporto a 15.500 punti, avrebbe potuto portare ad una continuazione della fase correttiva almeno fino a quota 15.000, dove però ci sarebbe stata occasione per assistere ad un rimbalzo.

Il mercato è riuscito ieri a difendere area 15.000 punti e al momento della scrittura stiamo assistendo ad un rimbalzo dei prezzi.

A fronte della presenza di un forte supporto dato dalla precedente struttura di accumulazione completata il 14 ottobre scorso, riteniamo che la giornata odierna possa fornire occasione per operazioni long a basso rischio, anche se solo il recupero in chiusura di quota 15.500 punti permetterebbe al mercato di tornare a navigare in acque più tranquille e gettare le basi per un nuovo movimento direzionale al rialzo.

In caso di recupero di area 15.500 punti il target è fissato a quota 16.000, dove il mercato potrebbe incontrare qualche difficoltà prima di un ulteriore allungo.

Pericolosa invece una discesa al di sotto dei 15.000 punti, poiché una chiusura settimanale al di sotto di quota 14.600 punti decreterebbe uno stop definitivo agli acquisti, aprendo le porte a nuovi scenari ribassisti.

Vediamo di seguito due operazioni effettuate ieri da uno dei nostri trading system automatici sul Mini Nasdaq Future.

La prima operazione in acquisto è stata aperta a 15.242 punti ed è stata chiusa poco dopo l’apertura del cash a 15.346 punti, con un guadagno di 2.080$. in concomitanza della chiusura della prima operazione è stato effettuato un reverse short sullo stesso livello di prezzo, l’operazione è stata poi chiusa un’ora dopo a 15.238, con un guadagno di 2.165$.

Il gain complessivo delle due operazioni è stato di 4.245$.

report operazione Nasdaq

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo trading system e confrontarti con la nostra operatività, puoi contattarci a:

info@tradingfacile.net

+39 393 0974886

Per restare sempre aggiornato sulle operazioni dei nostri T.S. o sulla nostra attività, iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.