Dopo i rialzi di ieri il FtseMib continua a scambiare in territorio positivo nonostante la BCE abbia deluso le aspettative, confermando l’attuale politica monetaria e mantenendo i tassi invariati, almeno fin quando l’inflazione non convergerà in maniera robusta verso un livello sufficientemente vicino, ma al di sotto del 2%.

Al momento della scrittura l’indice italiano scambia sopra quota 19.800 punti, in rialzo dello 0.40%.

Nella seduta di ieri il mercato ha reagito dopo aver aggiornato i minimi a 30 giorni a quota 19.200 punti, nella giornata di martedì; le contrattazioni si sono chiuse a 19.771, in rialzo di oltre il 2%.

Lo status tecnico di medio periodo rimane però ancora al momento negativo; una chiusura superiore alla resistenza a 19.850 punti fornirebbe un’iniezione di fiducia per sperare in un recupero più ampio.

In tale scenario sono consigliabili operazioni long solo in ottica intraday; per tornare rialzisti sul lungo periogo è necessario attendere un chiaro segnale di forza, ovvero il superamento di area 20.450 punti.

Per scongiurare il pericolo di una nuova ondata di debolezza, il mercato dovra invece riuscire a difendere il supporto posizionato a quota 19.300 punti.

Vediamo di seguito un’operazione aperta ieri sul future FtseMib da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo è entrato a mercato long a 19.550 punti nella seconda parte della giornata; la posizione è stato poi liquidata al termine della sessione cash a quota 19.775, con un gain complessivo di 225 punti.

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.