La riunione dei ministri dei paesi membri dell’Opec si è chiusa con una conferma della solidità del rapporto tra Arabia Saudita e Russia: dalla prima, è arrivata la richiesta di anticipare un probabile peggioramento delle condizioni di mercato, provocato dalla seconda ondata della pandemia in molte parti del pianeta.
.
Entrambi i paesi leader del cartello, hanno rilasciato dichiarazioni pessimistiche, come a voler preparare il terreno ad una revisione degli accordi che prevedono, da gennaio, un aumento della produzione di due milioni di barili al giorno.
.
Per il momento, il Joint Ministerial Monitoring Committee ha lasciato invariati i piani, un temporeggiare che ha deluso chi si aspettava già da questo organismo di consultazione, indicazioni definitive sul mantenimento a oltranza degli attuali livelli ridotti di produzione.
.
Ma è solo questione di tempo, quanto detto nel corso della riunione non può che essere l’anticipo di una nuova restrizione: l’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare in occasione dell’assemblea del 30 novembre/1 dicembre. Nel frattempo, Arabia Saudita e Russia vigileranno affinché nessuno sgarri e produca più di quel che è stato concordato, in modo da puntellare i prezzi medi del greggio, su questi livelli.
.
Iscriviti al prossimo webinar gratuito dedicato ai tools di MqlSuite
.
Al momento della scrittura, il WTI cede lo 0.7% su base giornaliera. Lo strumento continua a trovare resistenza in area 41.00 usd, si muove sotto tutte le SMA cicliche dell’EMA Dashboard fino alla settimanale e presenta un’analisi RSI bearish fino al timeframe H4.
.
Il prezzo continua a oscillare nella parte alta dell’area no trade mensile del Target Geometry, senza una direzionalità marcata.
.
Le statistiche vedono una chiusura settimanale negativa, con una probabilità del 60.87%.
.
Operativamente, confermiamo la strategia:
.
– Attendiamo chiusure nette sopra 41.50 usd per prendere posizione sulla forza ( l dato EIA di domani potrebbe essere un catalizzatore del segnale). Possibili obiettivi a 43.40 e 44.27 usd.
– Ci prepariamo a sfruttare pull-back di area 36.20/35.30 usd per tentativi di ingresso sulla debolezza.
.
Articolo a cura della redazione di MQL Suite
The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.