Piazza Affari ha chiuso in territorio positivo la prima settimana dell’anno, nonostante nelle ultime sessioni il mercato si sia mosso sotto tono.

Il future sul principale indice azionario italiano ha terminato l’ottava in rialzo per la terza volta consecutiva, facendo registrare un incremento dello 0.78%.

Il 2021 è stato un anno speciale per il FtseMib, che ha messo a segno guadagni per quasi il 22%; tuttavia ora l’attenzione è rivolta al 2022 e agli sviluppi ai quali potremo assistere nel corso del nuovo anno.

Nonostante i cospicui rialzi dell’ultimo anno Piazza Affari dista ancora molto dai massimi fatti registrare nel 2000 e nessuno si aspetta che il mercato possa nel breve tornare a battere quei livelli; d’altro canto il margine di recupero resta ampio e questo alimenta le aspettative di molti investitori.

Prima di trarre conclusioni affrettate ci sarà comunque da capire se l’inflazione ed il prezzo attuale delle materie prime influiranno sulla crescita economica.

Molti paesi hanno già iniziato ad attuare misure per contenere il costo della vista.

Secondo un recente studio pubblicato da Goldman Sachs, la banca centrale americana si sta preparando a quattro aumenti dei tassi d’interesse nel 2022.

Dopo aver aggiornato i massimi del 2021 nella giornata di mercoledì oltre quota 28.000 punti, il FtseMib è andato incontro ad una improvvisa se pur fisiologica correzione, che nella seduta di giovedì ha prodotto un calo dell’1.75%.

Nella giornata odierna il mercato si sta muovendo ancora in territorio negativo e al momento della scrittura scambia al di sotto dei 27.500 punti.

Nonostante la recente correzione la struttura tecnica del mercato resta solida e le aspettative rialziste di breve per ora immutate, soprattutto se il mercato dovesse continuare a difendere il supporto a 27.300 punti.

Da qui infatti erano partito il rally che ha portato a nuovi massimi (barra rialzista ad ampio range del 3 gennaio scorso) ed ora sulla correzione associata al test di tale livello si attende una difesa dei compratori.

Il mercato ha già reagito nella giornata di ieri e se dovessimo osservare una ulteriore base di accumulo sui livelli attuali dovremmo attenderci una ripresa degli acquisti già nelle prossime sessioni.

Nel contesto attuale le correzioni rappresentano opportunità per acquisti con rischio più contenuto, segnaliamo pertanto i supporti a 27.300, 27.000, 26750 e 26.500 punti come ottimi livelli per riposizionarsi long.

Il target del movimento attuale è dettato dalla proiezione di prezzo conseguente al completamento del modello a doppio minimo decrescente del 28 dicembre scorso e posizionato a quota 29.000 punti.

Attenzione invece in caso di chiusura giornaliera sotto quota 26.500 punti, poiché la mossa potrebbe generare ulteriore debolezza e spingere il mercato al test di quota 25.800.

Nello scenario attuale comunque solo una chiusura settimanale inferiore a quota 25.000 punti decreterebbe un stop definitivo agli acquisti.

Vediamo di seguito un’operazione effettuata venerdì da uno dei nostri trading system automatici su Future FtseMib.

L’algoritmo è entrato in vendita poco dopo l’apertura della sessione cash con due lotti  a 26.660 punti. Il primo lotto è stato chiuso a 27.515 punti, mentre il secondo pochi minuti dopo a 27.480; il gain complessivo è stato di 1.625 punti.

report trading

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo trading system e confrontarti con la nostra operatività, puoi contattarci a:

info@tradingfacile.net

+39 393 0974886

Per restare sempre aggiornato sulle operazioni dei nostri T.S. o sulla nostra attività, iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui.

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.