Ribassi frazionali ieri per le borse europee, mentre Piazza Affari chiude vicino la parità.

La seduta era partita in forte ribasso per via dei dati deludenti cinesi sulla produzione industriale e le vendite al dettaglio, che hanno alimentato il timore di assistere ad una frenata dell’economia con ripercussioni su tutta l’Europa.

Come ci si attendeva, ieri la commissione europea ha tagliato le stime di crescita per il 2022, passando dal 4% all’attuale 2.3%.

L’abbassamento delle previsioni rispetto all’inverno è dovuto prevalentemente all’impatto dei maggiori rincari energetici sulle attività produttive.

Il future sul FtseMib ha terminato la seduta di ieri vicino la parità a 23.693 punti.

e al momento della scrittura il mercato si sta muovendo al rialzo e scambia sopra quota 23.850 punti, ma nonostante i rialzi di settimana scorsa la dinamica tecnica resta ancora contrastata.

La tenuta di quota 23.000 punti dopo il pullback da 23.500 ha alimentato un ulteriore rally nel breve, e con il successivo breakout dei 23.500 il mercato ha completato una base di accumulo che pone ora come obiettivo il test dei 24.100 punti.

La resistenza a 24.100 punti costituirà un test probante per il mercato, poiché un eventuale breakout su tale area fornirebbe la spinta per raggiungere i 24.750 punti, punto cruciale di snodo per le sorti del mercato nel medio periodo; tuttavia ci aspettiamo che in caso di test di 24.100 il mercato andrà incontro a prese di beneficio, che costituiranno con tutta probabilità occasione per riposizionarsi short, con primo obiettivo quota 23.750 punti.

Ricordiamo che per tornare ad avere una visione long sul lungo periodo su questo mercato servirà una chiusura settimanale sopra i 26.200 punti.

Vediamo di seguito un’operazione aperta ieri sul future FtseMib da uno dei nostri trading system automatici.

L’algoritmo è entrato in acquisto poco dopo l’apertura della sessione cash a 23.610 punti, liquidando poi la posizione a 23.775; il gain complessivo è stato pari a 1.650 euro.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.