Il Dow Jones si è spinto sul nuovo massimo storico, sfondando per la prima volta la soglia psicologica dei 30.000 punti.

Grazie al balzo in avanti delle società della old economy, quelle per la precisione che erano state più maltrattate dagli effetti della pandemia, ha messo a segno un rally del +15% a partire dal primo novembre, azzerando così le perdite da inizio 2020.

La performance dal primo gennaio è tornata in positivo del 5%.

Il nuovo massimo è stato segnato in area di target 9 mensile del Target Geometry. Il listino ha ripreso la marcia dopo aver completato il pull-back dell’area compresa fra i target 6 e 7.

Vuoi ricevere gratuitamente Mql Suite? contattaci

Siamo da poco scesi sotto la SMA giornaliera, mentre l’RSI si è portato sotto la soglia dei 50 fino al timeframe M30. Il dato algoritmico al momento non si presenta come particolarmente convincente, in vista della partenza di un pull-back. Aspettiamo che il mercato si stabilizzi dopo la partenza ufficiale di Wall Street.

Operativamente, una chiusura settimanale sopra i 30.000 punti dopo il break del Thanksgiving suggerirebbe acquisti sulla forza per target successivo a 31.142, livello 12 mensile.

In direzione opposta, il ritorno sotto quota 29.900 potrebbe aprire la strada a un più ampio ritracciamento verso quota 29.516 punti, livello long annuale del Target Geometry e primo importante supporto di breve periodo.

Articolo a cura della redazione di MQL Suite

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.