Valute: Dollar Index

Dollaro USA poco mosso contro le altre principali valute durante la prima parte della sessione di martedì, dopo aver chiuso anche lunedì senza variazioni significative. Il mercato dei cambi è fermo in attesa del tanto atteso incontro di settembre del FOMC che dovrebbe iniziare oggi. I mercati presteranno molta attenzione all’esito del vertice, che probabilmente fornirà la direzione a breve e medio termine per il dollaro USA. La tempistica dell’inizio del tapering degli acquisti di asset, nonché le indicazioni sulle prospettive di rialzo dei tassi a lungo termine, determineranno la reazione dei mercati; un atteggiamento più aggressivo aumenterà il supporto per il dollaro, mentre l’esitazione potrebbe generare debolezza per il biglietto verde.

Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

Commodities: Petrolio

Il WTI è in aumento durante gli scambi di martedì, a causa dell’aumento delle preoccupazioni sull’offerta negli Stati Uniti, dove la produzione rimane debole nel Golfo del Messico a seguito dell’uragano Ida. Tali preoccupazioni sembrano superare altri fattori che avevano causato la debolezza dei prezzi durante le sessioni precedenti, come l’incertezza sull’esito della riunione del comitato di politica monetaria della Federal Reserve e i timori che la questione Evergrande possa innescare una crisi più ampia. Poiché la domanda di petrolio continua a crescere, in parte a causa del passaggio da un gas sempre più costoso, con l’offerta che rimane limitata, potrebbero esserci margini per ulteriori aumenti nel prezzo del barile.

Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

BorseEuropee: Dax

Martedì i benchmark europei vengono scambiati in rialzo, compensando alcune delle perdite di ieri, poiché il sentimento del mercato è migliorato. Anche se il caso Evergrande ha suscitato un’ondata di paura, soprattutto con i trader preoccupati che le conseguenze possano diffondersi ad altri paesi, la maggior parte degli investitori ora sembra fiduciosa che la PBoC continuerà a fornire supporto e iniettare denaro per mitigare il rischio globale. Con la crisi di Evergrande che non sembra più il “cigno nero” che alcuni temevano, il sentimento di oggi sembra decisamente migliore. Gli investitori rimangono in attesa della Fed, anticipando una nuova base per il tapering, da rilasciare durante la riunione di questa settimana. Questo spiega in parte il sell-off di ieri e potrebbe essere visto come un “messaggio” del mercato alla Fed: qualsiasi ritiro del supporto potrebbe seriamente minacciare il rally azionario, soprattutto in un momento in cui i dati economici non sono rassicuranti (Debito sul PIL, inflazione). Nel frattempo, l’euro è scambiato lateralmente mentre i mercati del debito europeo sono scivolati leggermente al ribasso, il che fornisce una configurazione interessante per le azioni. Il DAX-30 sta registrando un solido rimbalzo sopra la zona di 15.000 punti, con l’obiettivo a 15.515 punti ora in vista.

Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades

Gli analisti di ActivTrades

Carlo Alberto De Casa è Capo Analista presso il broker ActivTrades. Dal 2013 cura per il quotidiano La Stampa la rubrica “La Settimana dei Cambi”. Collabora da anni con la rivista economica Quadrante Futuro e ha partecipato, con il Centro di Ricerca Luigi Einaudi, alla stesura del XVII Rapporto annuale sull’Economia. Ha lavorato a Londra per Bloomberg, per poi approdare al broker ActivTrades, specializzandosi sul mercato valutario e delle materie prime. È ospite del canale televisivo economico Class Cnbc, collabora con le redazioni economiche di Milano Finanza, Repubblica e Corriere della Sera. Più volte intervistato da Canale 5, TGCOM24 e da Radio Rai (sia in merito ai mercati finanziari sia alla Brexit, di cui ha seguito gli sviluppi da Londra), oltre che da alcune riviste finanziarie tedesche come Die Welt, Der Aktionär e Börse am Sonntag come analista sui mercati delle valute e delle commodities, collabora anche con Reuters e con i principali quotidiani del Regno Unito.

Ricardo Evangelista è approdato ad ActivTrades nel 2011 e ha ricoperto diversi ruoli senior, tra cui la gestione del desk internazionale. È fra i relatori di webinar e convegni di ActivTrades nel Regno Unito, collabora con media e tv fornendo analisi di mercato sul forex e sui principali strumenti finanziari. Dal novembre 2016 è Senior Executive Officer (SEO) della filiale di ActivTrades Dubai, con responsabilità di gestione generale della sede. Prima di giungere ad ActivTrades ha lavorato presso altre istituzioni finanziarie e nel settore IT.

 

Pierre Veyret ha un’esperienza decennale sui mercati finanziari. Ha imparato l’importanza della finanza comportamentale e del money management dai grandi professionisti del settore.

La sua vera specialità comunque risiede nella analisi tecnica, che ha avuto la possibilità di studiare in maniera approfondita acquisendo la certificazione IFTA, prima di diventare parte del team di ActivTrades, circa cinque anni fa.

Click below to view ActivTrades Plc. Risk Disclosure and Disclaimer:

http://www.activtrades.com/index.aspx?page=legal_disclaimer

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.