Borse europee: Dax

Globalmente l’intero comparto azionario è in calo martedì, da Tokyo ai contratti future statunitensi sull’S&P500, tra le persistenti incertezze e la prospettiva di un aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Gli investitori sono fuggiti dai mercati obbligazionari, portando i rendimenti a nuovi massimi mentre la posizione ancora accomodante della Fed, la diffusione di Omicron e i risultati aziendali imminenti continuano a intaccare il sentimento del mercato. Tuttavia, l’azione ribassista dei prezzi di oggi è ancora vista come temporanea, con la maggior parte degli operatori di mercato che cercano di coprire il proprio portafoglio con altre classi di attività prima della cruciale stagione degli utili. È probabile che la volatilità rimanga elevata oggi ma non ci aspettiamo che il mercato mostri una direzione chiara prima di qualsiasi importante sviluppo macroeconomico. Gli investitori adotteranno un approccio cauto, monitorando i principali supporti tecnici degli indici. L’indice DAX-40 mostra una delle peggiori prestazioni dell’UE martedi’, con prezzi scambiati ben al di sotto della forte zona di supporto di 15.820. Le azioni sui prezzi superiori a 15.675 o 15.530, per una correzione estesa, saranno interessanti da guardare.

grafico DAX40

Pierre Veyret – Analista tecnico, ActivTrades

 

Valute: Yen

Lo yen giapponese ha perso terreno rispetto al dollaro durante le prime contrattazioni di martedì, a seguito della decisione della Bank of Japan di mantenere la sua attuale posizione accomodante. Come previsto, la BoJ è rimasta ferma nella sua determinazione a mantenere in essere la sua politica monetaria molto accomodante, una posizione che contrasta con quella di altre principali banche centrali e genera debolezza per lo yen. I guadagni del dollaro riflettono la crescente discrepanza tra le prospettive di politica monetaria per le due banche centrali. Il controllo dell’inflazione è in cima all’agenda della Federal Reserve statunitense, con aspettative crescenti di quattro rialzi dei tassi nel 2022; uno scenario nettamente diverso da quello del Giappone, dove i prezzi al consumo stanno aumentando a un ritmo molto più basso rispetto agli Stati Uniti, consentendo alla BoJ di mantenere un approccio accomodante nella definizione della politica monetaria.

grafico yen dollaro

Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

Gli analisti di ActivTrades

Ricardo Evangelista è approdato ad ActivTrades nel 2011 e ha ricoperto diversi ruoli senior, tra cui la gestione del desk internazionale. È fra i relatori di webinar e convegni di ActivTrades nel Regno Unito, collabora con media e tv fornendo analisi di mercato sul forex e sui principali strumenti finanziari. Dal novembre 2016 è Senior Executive Officer (SEO) della filiale di ActivTrades Dubai, con responsabilità di gestione generale della sede. Prima di giungere ad ActivTrades ha lavorato presso altre istituzioni finanziarie e nel settore IT.

 

Pierre Veyret ha un’esperienza decennale sui mercati finanziari. Ha imparato l’importanza della finanza comportamentale e del money management dai grandi professionisti del settore.

La sua vera specialità comunque risiede nella analisi tecnica, che ha avuto la possibilità di studiare in maniera approfondita acquisendo la certificazione IFTA, prima di diventare parte del team di ActivTrades, circa cinque anni fa.

Click below to view ActivTrades Plc. Risk Disclosure and Disclaimer:

http://www.activtrades.com/index.aspx?page=legal_disclaimer

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.