Apertura in negativo quest’oggi per le principali borse europee, ancora alle prese con i timori di una stagflazione, l’ennesimo rally delle materie prime e il caso Evergrande che potrebbe avere risvolti ancora più negativi.

Il colosso immobiliare Cinese non ha pagato i bond in scadenza lunedì scorso e secondo Bloomberg la quantità di interessi che la società deve sborsare ammontano a circa 148 milioni di dollari; il rischio di default resta pertanto elevato.

Sul fronte macro invece questa sarà una settimana ricca di eventi e che pertanto gli investitori seguiranno con molta attenzione; nei prossimi giorni ci sarà la pubblicazione dei dati sull’inflazione Usa ed inizieranno inoltre anche le trimestrali, con le grandi banche che come al solito apriranno le danze.

Al momento della scrittura il futures sul Dax con scadenza dicembre 2021 sta scambiando a 15.100 punti, in calo dello 0.3%.

Nella giornata di ieri abbiamo assistito ad una sessione con volatilità contenuta e chiusa a 15.170 punti, in calo dello 0.20% rispetto alla seduta di venerdì.

Il mercato si trova ora in un’area delicata ed in questa mattina i prezzi hanno testato il supporto a 15.000 punti; sui livelli attuali di prezzo è posizionata ora anche la media mobile a 200 giorni, che sappiamo essere un indicatore molto utilizzato dagli investitori istituzionali.

Visto lo scenario attuale riteniamo che una chiusura settimanale sotto i minimi di maggio, ovvero area 14.800 punti, aprirebbe le porte ad un’inversione di trend con primo target a 14.500 ed in estensione 14.150 punti, tuttavia diversi elementi potrebbero ora supportare di contro una ripresa delle quotazioni dai livelli attuali ed offrire interessanti opportunità in acquisto già da oggi.

Da un lato infatti abbiamo registrato settimana scorsa una decisa reazione rispetto al test dei minimi sotto quota 15.000 punti, con il mercato che è riuscito a riportarsi con una chiusura settimanale costruttiva in area 15.200 punti, supportato da acquisti importanti anche a livello volumetrico.

Inoltre stiamo registrando già da qualche sessione valori di VStoxx, ovvero di volatilità implicita, inversamente correlata a Dax ed Euro Stoxx, in deciso ribasso; tale mossa sembra anticipare una possibile ripresa dei corsi, con gli investitori che stanno stimando in questo momento rischi al ribasso sul mercato azionario.

Visto lo sviluppo della dinamica tecnica, ulteriori conferme grafiche rialziste arriverebbero dal breakout al rialzo di quota 15.250 punti, poiché il mercato completerebbe un modello di tipo testa e spalle rovesciato, in grado di catalizzare ulteriori acquisti.

Vediamo di seguito un’operazione effettuata ieri da uno dei nostri trading system automatici sul Future Dax.

L’algoritmo ha compiuto una prima operazione long entrando a mercato a quota 15.163 punti, per poi fare un reverse short qualche ora più tardi entrando a 15169. La posizione è stata poi liquidata nel primo pomeriggio a 15.081 punti; il gain complessivo è stato di 2.350€.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo trading system e confrontarti con la nostra operatività, puoi contattarci a:

info@tradingfacile.net

+39 393 0974886

Per restare sempre aggiornato sulle operazioni dei nostri T.S. o sulla nostra attività, iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui.

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.