Pesanti ribassi a Wall Street nella giornata di martedì sulla scia dei timori di una recessione economica e dopo il silenzio di Pechino circa la tregua commerciale

Il future sull’indice Dow Jones ha perso ieri oltre 800 punti, chiudendo a 25.047, in calo del 3,1%.

Il future sull’S&P 500 ha chiuso a 2.702, in calo di oltre 85 punti (- 3,2%), mentre il Nasdaq è sceso di oltre 253 punti chiudendo a 6.802,75 (-3,6%).

 

Timori di una recessione economica

La causa principale del pesante sell-off di Wall Street è da imputare ai crescenti timori circa un rallentamento della crescita economica, come segnalato dal rendimento dei titoli del Tesoro statunitense.

La curva dei rendimenti, che misura la differenza tra i tassi di interesse pagati sulle obbligazioni statunitensi a breve e a lungo termine, si è infatti appiattita.

Il rendimento delle obbligazioni a breve termine (due anni) è salito al 2,81%, superando quello che gli investitori potrebbero ottenere dalle obbligazioni a medio termine (cinque anni), che è fermo al 2,79%.

Il rendimento delle obbligazioni a breve termine si sta avvicinando a quello dei titoli decennali (2,91%).

Gli investitori sono preoccupati dal fatto che una curva di rendimento appiattita o invertita, in cui i tassi a breve termine sono più alti dei tassi a lungo termine, può segnalare un rallentamento economico; questa situazione è accaduta storicamente prima delle recessioni USA del 1990, 2001 e 2007.

 

Tregua commerciale

Gli investitori stanno mostrando dei seri dubbi sull’effettiva veridicità della tregua commerciale tra Usa e Cina, siglata sabato scorso a Buenos Aires durante il G20.

Mentre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è vantato di aver raggiunto un accordo incredibile, come ha scritto su Twitter, la Cina ha dichiarato pochissimo a riguardo.

Una mancanza di dettagli da parte di Pechino ha lasciato gli investitori con molti dubbi e domande, in particolare se l’esuberanza di Trump sia realmente giustificata e se l’accordo commerciale sia stato effettivamente raggiunto.

L’amministrazione Trump aveva riferito che la Cina eliminerà i dazi sulle auto americane e inizierà immediatamente a comprare una quantità molto consistente di merci americane.

 

The following two tabs change content below.

Alessio Moretti

Laureato in Economia e Management. Esperto di Digital Marketing e Social Media Marketing, dal 2017 è Content Editor e Social Media Strategist di TradingFacile. La sua grande passione per la fotografia lo ha portato negli anni a diventare un influencer su Instagram e su altri social media.