L’aumento dei contagi e l’incertezza sulla ripresa della domanda, uniti all’aumento degli inventari USA, frenano il sentiment rialzista e mantengono nell’area dei $40 il barile, nonostante l’aumentata volatilità. Sopratutto negli USA, l’alto numero di contagi potrebbe vanificare gli sforzi dei Paesi OPEC+ per rilanciare le quotazioni.

Il WTI questa mattina si è apprezzato del +2$, in sintonia con il trend di breve e medio termine segnalato dai rendimenti stagionali e dalle medie cicliche. La pressione in acquisto è confermata anche dall’RSI confluente al di sopra dei 50 punti su tutti i TF fino al settimanale.

Non perdere il prossimo webinar dedicato all’analisi dei mercati con i tools di MQL Suite – Iscriviti gratis ora

Il prezzo ha già rotto l’area dei $28.53 segnalata dal Target Geometry come livello long settimanale, ma per un acquisto sulla forza occorrerà attendere una chiusura decisa oltre i 39$.

Viceversa, un acquisto sulla debolezza potrebbe essere valutato dopo un ritorno del prezzo nell’area dell’open settimanale a 37.87.

Articolo a cura della redazione di MQL Suite

The following two tabs change content below.

Filippo Giannini

Laureato in ingegneria, dal 2010 opera sui mercati finanziari come trader indipendente. Membro della Società Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), per TradingFacile opera come trader quantitativo, analista tecnico e responsabile del settore formazione. Collabora con le principali testate giornalistiche di settore, realizzando report e analisi di mercato.